domenica, 19 maggio 2024
  Username:   Password:
Ricordami su questo PC

24/26 marzo 2023

Studenti di Azione Cattolica: la speranza del futuro tra ecologia e digitale

SFS 2023 - La Scuola di Formazione per Studenti promossa dal MSAC

Le grandi sfide della «Generazione 2030» hanno caratterizzato il confronto nell’VIII edizione della Scuola di Formazione del Msac. Hanno partecipato oltre 2000 giovani provenienti da tutta Italia.

Ogni volta che qualcuno ci chiederà se le cose possono realmente cambiare, allora risponderemo che le cose stanno cambiando. Risponderemo che siamo già sulla soglia del futuro e non possiamo tirarci indietro. Le prospettive specifiche dell’Agenda 2030 chiedono a ciascuno di noi, studenti e studentesse, un impegno concreto verso la transizione ecologica, la diffusione della cultura digitale e la garanzia di una dignità sociale che sia autentica e sostenibile. Queste sfide ci hanno accompagnati nell’VIII edizione della Scuola di Formazione del Msac, Movimento Studenti di Azione Cattolica, «Generazione 2030 - Studenti che cambiano la realtà», svoltasi a Montesilvano (Pe). L’iniziativa, patrocinata da ASviS (Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile), Regione Abruzzo, Comune di Montesilvano e Fondazione Cariplo e organizzata con il sostegno di Confcooperative, Federcasse e Fondo Sviluppo, ha visto la partecipazione di circa 2000 studenti e studentesse provenienti da tutto il Paese e di un… ospite a sorpresa, papa Francesco che ha inviato un video messaggio a noi studenti di Azione Cattolica, invitandoci a cambiare davvero la realtà sviluppando un dialogo intergenerazionale fecondo.



La Sfs è stata una grande occasione di confronto e di formazione sui temi dello sviluppo sostenibile e ha visto il coinvolgimento di numerosi esperti, tra i quali Francesco di Costanzo, Paolo Bovio, Silvia Lazzaris, Stefano Granata, Vincenzo Schettini e Gabriele Vagnato. Le scelte che facciamo hanno e avranno conseguenze che possono essere prevedibili e le conseguenze su chi è più povero, più debole, non sono contrattabili, occorre mettere in atto piccoli cambiamenti per operare una rivoluzione copernicana che passi dalla pretesa dei diritti al riconoscimento di una dignità. La stessa dignità che nell’ultimo discorso di insediamento del presidente Mattarella è stata pronunciata 18 volte e proposta come «caposaldo di uno sviluppo giusto ed effettivo». A Montesilvano abbiamo riflettuto su come la Generazione Z sia la prima completamente immersa in un mondo iperconnesso, ma l’ultima a conservare la memoria di una cultura analogica.

Allora, occorre abitare questa rivoluzione digitale con pazienza e intelligenza, accompagnando la trasformazione degli strumenti digitali in vere e proprie chiavi di lettura per un mondo in cambiamento. Durante la Sfs non ci siamo fatti sconti sulle alleanze: riteniamo che la formazione e la rivoluzione si possano fare solo insieme. Per questo motivo sabato pomeriggio abbiamo ospitato 12 workshop con altre associazioni, movimenti e imprese (tra cui Unicef, Pangea, Fridays for Future) insieme ai quali abbiamo intrapreso laboratori di progettazione sugli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Abbiamo stilato l’Agenda 2030 della scuola italiana, che prevede un impegno concreto verso la transizione ecologica delle nostre scuole, una presa di responsabilità nei confronti delle questioni urgenti in merito alla parità di genere, il benessere psicologico, l’inclusione e la pace e, in ultimo, una proposta di metodi didattici innovativi, digitali e integrati che permettano una formazione più efficace. Tali prospettive saranno presentate al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al Ministero dell’Istruzione e del Merito, nel Forum delle Associazioni Studentesche, di cui il Msac è un componente centrale. Per concludere, occorre sporcarsi le mani e accogliere l’invito di don Milani (del quale ricorrono i 100 anni dalla nascita) a «sortirne insieme […] attraverso la scuola e la politica». Solo insieme potremo continuare a credere in questo meraviglioso sogno e fare in modo che la «Generazione 2030» diventi, davvero, la Generazione della Speranza.


Lorenzo Pellegrino
Segretario nazionale Msac


Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla - Atto normativo

sito registrato nella