mercoledì, 19 gennaio 2022
  Username:   Password:
Ricordami su questo PC
Mercoledì 19 gennaio gli uffici di Segreteria resteranno chiusi.

Assemblea diocesana 2014

AC in uscita, anzi «en salida»

Domenica 26 ottobre
presso la parrocchia di Gavassa

Formazione, testimonianza, confronto e preghiera. Con queste quattro parole si può riassumere l’assemblea diocesana di Azione Cattolica svoltasi domenica 26 ottobre al pomeriggio presso la parrocchia di Gavassa.

Il sole ha “baciato” l’intero svolgimento dell’assemblea e si può dire che il sole possa essere di buon auspicio per il prosieguo del lavoro dell’associazione nelle parrocchie.

I partecipanti sono arrivati puntuali alla parrocchia di Gavassa, a cui va un meraviglioso grazie per la gentilezza e la disponibilità del parroco don Angelo e dei giovani che hanno allestito le stanze per il confronto e per i momenti comuni.

L’incontro è cominciato con un momento di riflessione guidato dall’assistente generale don Francesco Avanzi che è entrato nel cuore delle tre parole che papa Francesco ha lasciato all’associazione il 3 maggio a Roma nell’incontro nazionale coi presidenti parrocchiali: “rimanere con il Signore”, “andare” e “gioire ed esultare nel Signore”.

Dobbiamo essere laici che gioiscono, che cantano la vita e la fede e questa gioia la dobbiamo portare fuori di noi, fuori dai nostri soliti ambienti, nelle periferie. Forse abbiamo timore della novità, preferiamo rimanere nelle nostre comodità, ma questo atteggiamento ci frena, non ci permette di spiegare le vele e di andare nelle periferie per incontrare le persone. Ecco allora che risuona l’affermazione di Gesù: “Coraggio, sono io, non abbiate paura!”. È l’affermazione che Gesù rivolge ai suoi discepoli nel brano che ci accompagna in questo anno associativo: il brano, tratto dal vangelo di Marco, della tempesta sedata, in cui i discepoli sono timorosi e credono che Gesù che viene incontro a loro sia un fantasma. Ma questo Gesù si fa vicino e dà loro coraggio, toglie il loro timore.

E possono così attraversare il mare, le loro paure.

Ecco che quindi ci viene incontro la terza affermazione di papa Francesco: “Per essere annunciatori e testimoni di Cristo occorre rimanere innanzitutto vicini a lui. È dall’incontro con lui – che è la nostra vita e la nostra gioia – che la nostra testimonianza acquista ogni giorno nuovo significato e nuova forza”. Questo allora il nostro compito: una Ac, ed una Chiesa, in uscita, o meglio “en salida”.

Dopo il momento formativo, viene la parte centrale dell’assemblea, suddivisa in due momenti: la prima parte è la testimonianza di alcuni educatori ACR, di alcuni giovani ACG e di un giovane adulto. Gli educatori ACR e i giovani erano veramente carichi e la loro testimonianza era corredata da foto di momenti che hanno vissuto nel loro percorso associativo: momenti significativi o immagini che rappresentano, per loro, l’Ac. La loro passione e la loro gioia hanno scaldato i cuori dei presenti e hanno dato una carica a tutta la platea: oggi la loro testimonianza ha incarnato le tre parole di papa Francesco! Vera e toccante poi la testimonianza di Annalisa, che da giovane adulta e giovane mamma ha raccontato come è nata la sua passione ed il suo amore per l’Associazione e come le amicizie e le relazioni avute negli anni l’hanno portata ad impegnarsi sempre di più.

A seguito delle testimonianze ci si è divisi in tre gruppi in cui si sono approfonditi alcuni ambiti di lavoro che ci ha lasciato il documento nazionale.

Nei gruppi si è potuto parlare liberamente e confrontarsi con serenità e in maniera propositiva.

Al ritorno la preghiera dei Vespri ha chiuso il pomeriggio e i partecipanti all’assemblea si sono diretti verso casa; non prima, però, di aver condiviso un momento di fraternità tra qualche torta e le buonissime caldarroste, offerte sempre dalla parrocchia di Gavassa.

È stato un momento di gioia, di confronto e di vero legame associativo quello vissuto domenica 26 ottobre.

Grazie ancora a chi è venuto, rinunciando ad un’uscita con un meraviglioso sole, a chi si è confrontato e alla parrocchia di Gavassa con don Angelo, che ci hanno ospitati. Ora sta a noi essere una AC gioiosa, che sta col Signore, in uscita nelle periferie.

Andrea Cavazzoni


Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla - Atto normativo

sito registrato nella