mercoledì, 19 gennaio 2022
  Username:   Password:
Ricordami su questo PC
Mercoledì 19 gennaio gli uffici di Segreteria resteranno chiusi.

Adesione 2015

Ci siamo


CI SIAMO!

Eccoci, ci siamo, siamo l’Azione cattolica, presente in seimila parrocchie d’Italia per prestare un servizio formativo importante all’interno delle comunità cristiane, nella quotidianità e nell’ordinarietà della vita di ciascuno. Come abbiamo scritto nel messaggio al termine della XV Assemblea nazionale «noi ci siamo, nei piccoli centri di mare o di montagna, come nei grandi conglomerati urbani, nei quartieri dove straripa il malaffare e nelle cittadine operose e produttive.

Ci siamo per sostenere la ricerca di senso e speranza che alberga nel cuore di ciascuno. Ci siamo per costruire “sentieri di gioia” con i ragazzi, i giovani e gli adulti dei nostri territori. Ci siamo per testimoniare l’amore privilegiato di Dio verso chi si sente vinto dalle difficoltà, in particolare i giovani senza lavoro, le famiglie in crisi, gli anziani soli, gli immigrati sfruttati, i poveri senza speranza».

È UNA STORIA BELLA E IMPORTANTE, IN CUI VORREMMO CI FOSSI ANCHE TU!



CARE AMICHE E CARI AMICI,

l’Azione cattolica è innanzitutto una bella espressione di Chiesa, un’esperienza ricca di relazioni umane, di preghiera, di servizio, che vorremmo condividere con un sempre crescente numero di persone.

Nella storia associativa abbiamo dei punti fermi: il compito educativo, lo stile della corresponsabilità, l’impegno verso il bene comune. Sono tre cardini sui quali l’associazione si è sviluppata e ha sempre operato e che resteranno essenziali per l’Ac del futuro. Vorremmo costruire un’Ac capace di farsi sempre più vicina alla vita delle persone, alle loro attese, alle loro sofferenze e povertà, alla loro ricerca di una piena umanità, per accompagnarle nella coperta della pienezza di senso e della gioia che nascono dall’incontro con Cristo e da una fede che cambia la vita.

Vogliamo fare nostri i tre verbi che papa Francesco ci ha affidato durante l’udienza concessa il 3 maggio 2014 ai partecipanti alla XV Assemblea nazionale e ai circa seimila presidenti e assistenti parrocchiali di tutta Italia presenti quel giorno: «Rimanere con Gesù», «andare per le strade», «gioire ed esultare sempre nel Signore». Tre consegne che risuonano nei nostri cuori e che ci spingono come Ac a vivere appieno la scelta missionaria del nostro progetto formativo.

«Coraggio sono io» è lo slogan tratto dal Vangelo di Marco (6,45-52) che ci accompagnerà nel prossimo anno associativo, ed è un’esortazione valida per noi oggi come per i discepoli spaventati dalla tempesta. È la vicinanza del Signore che ci incoraggia a spendersi, con rinnovata convinzione, nelle parrocchie di tutta Italia, in quelle dei piccoli paesi come in quelle delle grandi città.

A questa esortazione noi vogliamo rispondere “ci siamo!” e speriamo che ci sia anche tu.

Matteo Truffelli
(presidente nazionale)



ACR

“Tutto da scoprire”: è questo lo slogan che guida il cammino dei bambini e dei ragazzi dell’Acr per l’anno associativo 2014-2015, e li invita a mettersi sui passi di Gesù che gli mostra con il suo volto la loro «fisionomia più profonda e più vera» (ACI, Progetto formativo, 1.2).

“Tutto da scoprire” è così l’invito che rivolgiamo a ciascun bambino e ragazzo perché riponga la sua piena fiducia in Colui che gli vuole bene e lo conduce a prendere il largo con la ricchezza di ciò che ciascuno è.

“Tutto da scoprire” è anche la proposta che rinnoviamo a ogni educatore che sa che non può abbandonarsi alla delusione come pure ai facili entusiasmi, ma che ogni giorno si impegna a educare con gioia, a saper tirare fuori il meglio da ogni ragazzo, a incoraggiarlo attraverso l’incontro con il Signore alla scoperta di sé e dei suoi talenti.

“Tutto da scoprire” è l’augurio che rivolgiamo a ogni comunità che nel patto educativo lega tutti i suoi membri – genitori, sacerdoti, educatori-catechisti – perché creda davvero nel protagonismo di ogni ragazzo e nella possibilità che ciascuno possa dire personalmente il proprio sì al Signore.

“Tutto da scoprire” è infine la consapevolezza che questo cammino lo facciamo con Gesù: solo se ci mettiamo infatti sui tuoi passi possiamo scoprire davvero il nostro volto... e rendere la nostra vita un’invenzione straordinaria.

Nell’anno in cui il laboratorio dell’inventore fa da sfondo al percorso associativo, i ragazzi insieme alla comunità cristiana comprendono che un’idea, un’invenzione, prendono vita a piccoli passi e richiedono un impegno costante: a cercare e andare al cuore di ciò che si vede, dando vita al contempo alla propria capacità di sognare e immaginare; a osservare le cose e le persone, prendere decisioni condivise per creare qualcosa per il bene di tutti e di ciascuno; a sperimentare ed esercitarsi, tenendo sempre fisso il proprio obiettivo e avendo fiducia che nonostante le difficoltà, il proprio progetto vada a buon fine.

“Tutto da scoprire” è allora la certezza che ciascuno, a prescindere dalla sofisticatezza degli strumenti, è all’altezza di questo progetto che nella fedeltà al Vangelo, rende ciascun bambino e ragazzo, annunciatore con la propria vita della buona notizia, costruttore instancabile, nell’accoglienza dello Spirito, del bene comune.



GIOVANI E GIOVANISSIMI. È TEMPO DI CORAGGIO!

È un percorso avvincente e mai scontato quello della relazione con Gesù, fatto di scelte libere, di passi a volte sbagliati, incerti, lenti, accompagnati sempre dalla Sua voce che non giudica e incoraggia a non fermarsi.

Un investimento di fiducia nei confronti del Signore per conoscerlo, riconoscerlo, seguirlo con gioia. Un viaggio che conduce verso gli altri, facendo scoprire a ogni giovane e giovanissimo tutto il gusto del sentirsi legati a chi li circonda e dunque responsabili a vicenda. «Coraggio sono io» è l’icona biblica che guida i cammini formativi del nuovo anno associativo: un vero e proprio viaggio alla scoperta di Gesù in qualità di maestro di noi stessi come discepoli per interrogarci sul tipo di rapporto che abbiamo con il Signore, con gli altri, con il mondo. Stai al passo e Fianco a fianco sono i sussidi per gli educatori dei gruppi giovani e giovanissimi, arricchiti da dossier di approfondimento e da contenuti multimediali (disponibili nel Portale della formazione parolealtre.it).

In allegato ai sussidi c’è Educatori al tempo di papa Francesco, un fascicolo per gli educatori di Giovani e Giovanissimi e i loro assistenti. Nel solco dell’Evangelii gaudium di papa Francesco, il testo rilegge la scelta educativa secondo quattro parole: gioia, conversione, missione, azione. Infine vengono proposti due strumenti per la formazione spirituale personale dei Giovani e dei Giovanissimi Coraggio, sono io! e Ogni mio istante, che li aiuteranno a camminare guidati dalla Parola, attraverso la riflessione sul Vangelo della domenica.



ADULTI CHE CURANO LA DIMENSIONE SPIRITUALE

L’anno associativo che ci apprestiamo a vivere segue l’intenso percorso assembleare, che, oltre a rinnovare, a tutti i livelli, le responsabilità, ci ha consegnato una serie di impegni da assumere, per rendere la vita associativa ancora più bella e significativa.

Tra i riferimenti del Documento assembleare, approvato dalla XV Assemblea nazionale, un punto specifico indica l’esigenza di curare la vita interiore. In questa prospettiva, il testo che – come ogni anno – offriamo per il cammino dei gruppi adulti rappresenta uno strumento prezioso. In particolare, per quest’anno, secondo la scansione che accompagna gli orientamenti programmatici del triennio, esso si concentra sulla dimensione vocazionale della vita della persona, come sequela alla chiamata di Cristo. È un aspetto centrale nell’economia del Vangelo di Marco che, come l’intera proposta formativa dell’Azione cattolica italiana, costituisce, in conformità all’anno liturgico, il riferimento di fondo.

Il sussidio dell’anno per gli Adulti è, dunque, la risposta a questo impegno. Il testo invita a rileggere il Vangelo di Marco a partire dal brano della tempesta sedata (Mc 6,45-52) e dell’affermazione «Coraggio sono io!»: con queste parole Gesù ridà speranza ai suoi discepoli smarriti. Tutto il Vangelo di Marco è volto a tracciare il cammino di sequela del discepolo fino al riconoscimento di Gesù Cristo, Figlio di Dio, annunciato fin da Mc 1,1, la cui identità è compresa e accolta dal centurione sotto la croce (Mc 15,39). Il sussidio intende far ripercorrere agli Adulti questo cammino di discepolato attraverso diverse situazioni rilevate dal Vangelo di Marco, spronando a una rinnovata cura della vita interiore.

Troppo spesso il ritmo della vita quotidiana conduce fuori di sé, senza concedere sufficienti pause per rientrare in sé stessi. In questo anno, l’itinerario tracciato intende offrire spazi e occasioni per ascoltare il proprio cuore, aprirsi alla Parola in un dialogo interiore, lasciare che lo Spirito agisca perché sia formato Cristo in noi, fino a vivere con più consapevolezza la nostra vocazione.

A questo punto, non ci resta che augurare un buon cammino, perché le nostre esistenze possano diventare una Vita d’Autore.



UN’ATTENZIONE SPECIALE PER IL MONDO DELLA SCUOLA E DEL LAVORO

Il Movimento studenti di Ac (Msac) è la proposta missionaria dell’Ac per i Giovanissimi che credono possibile abitare la scuola da protagonisti, vivendone in pienezza l’esperienza. Da più di cento anni, i msacchini portano la loro passione per l’associazione, la Chiesa e il Paese fra i banchi di scuola, rivolgendosi a tutti gli studenti senza barriere ideologiche, politiche e religiose.

Il Movimento lavoratori di Ac (Mlac) è formato da giovani e adulti “in uscita” nel mondo del lavoro nelle sue molteplici sfaccettature.

Il Mlac accompagna i lavoratori a riscoprire la radice spirituale del lavoro e l’insegnamento del Vangelo, per porre l’uomo e la sua dignità al centro del lavoro.

Il Mlac cura la formazione dei propri membri attraverso l’incontro con la parola di Dio, lo studio della Dottrina sociale della Chiesa e l’attenzione alle complesse realtà culturali, sociali e economiche di oggi.



L’AC CHE AMA IL MONDO

L’Ac ha una costante attenzione al mondo attraverso la sua partecipazione al Fiac, il Forum internazionale di Azione cattolica.

Il Fiac è un organismo internazionale che riunisce le Ac del mondo, dal 1991. Un luogo di incontro, di coordinamento e di amicizia e anche di promozione dell’Ac dove ancora non c’è.

L’Ac contribuisce attivamente alla vita del Fiac e si impegna perché tutti i soci dell’Ac possano partecipare con scambi, gemellaggi, iniziative e anche con il contributo personale. Possiamo seguire le attività del Fiac dal portale nazionale dell’Ac, nella sezione Dimensione internazionale, e sul sito internet www.fiacifca.org.


Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla - Atto normativo

sito registrato nella