mercoledì, 12 dicembre 2018
  Username:   Password:
Ricordami su questo PC


Le Feste della Compagnia

2018: Alla scoperta della Costituzione
Bagnolo
2017: 150 special
Cadelbosco Sopra
2016: Tutti dentro la Porta Santa
Poviglio
2015: Energie rinnovabili per la vita
Campagnola
2014: Insieme c'è più festa
Reggio Emilia
2013: ACR's got talent
Casalgrande
2012: Le olimpiadi dell'ACR
Rubiera
2011: Acierrini "Fratelli d'Italia"
Guastalla
2010: Acierrini "giornalisti per un giorno"
Correggio

Azione Cattolica Ragazzi

Le olipiadi dell'ACR

Festa della compagnia - Rubiera 2012




Premessa

Attese da quattro anni e preparate in ogni minimo dettaglio, domenica 22 aprile i ragazzi dell’ACR hanno celebrato le Olimpiadi nella loro festa della Compagnia!

Tutto era stato organizzato con il massimo impegno, rimaneva soltanto un interrogativo non trascurabile, ma che non dipendeva da noi: il tempo!

Nell’ultima settimana la pioggia era scesa abbondante, ma il Signore, forse per sfinimento dalle continue preghiere, ha deciso di donarci un bellissimo sole accompagnato da un vento non trascurabile che ci ha fatto sentire la presenza dello Spirito!

Lo stadio Olimpico

Alle ore 7.30, lo staff ACR, accompagnato dagli operai del Comune di Rubiera e dagli educatori di Rubiera, era pronto per addobbare con striscioni, bandiere, cerchi olimpici, braciere, podio, tutto quanto serviva per trasformare la Piazza del Popolo nel nostro stadio Olimpico.

Alle 9.30 sono arrivati i nostri atleti da tutto il mondo, accompagnati dalle loro bandiere sventolanti ed il clima che si è venuto a creare è stato quello delle GMG, dove ogni Nazione è di casa nella Nazione ospitante e così è stato per noi! Rubiera, come paese ospitante, era l’Italia, poi c’è stata qualche parrocchia, come S. Faustino che ha osato scegliere nazioni prestigiose come l’America, chi invece ha scelto paesi piccolissimi e sconosciuti, spesso per un’esperienza missionaria sostenuta dalla parrocchia.

I nostri atleti provenivano da: S. Faustino, Correggio con gran parte delle sue parrocchie, Guastalla e Pieve, Bagno, Prato-Gazzata, Campagnola, Pieve Modolena, Castelnuovo Sotto, Buon Pastore, S.Agostino, Aiola, S.Luigi, Cadè, Bagnolo, Rio Saliceto e un vero stuolo di ragazzi di Rubiera!

La fiaccola olimpica

Quando tutte le squadre erano arrivate, ecco la bandiera olimpica salire sul palco, portata dagli Apostoli del Signore, sì, perché abbiamo detto ai ragazzi che avrebbero corso non solo l’Olimpiade delle gare, ma anche l’Olimpiade degli Apostoli che hanno donato la vita per correre e dire a tutti che il Signore è Risorto!

Poi è arrivato lui: Stefano Baldini, atteso, ammirato come un vero eroe, accolto dagli applausi dei ragazzi, è salito sul podio con la fiaccola olimpica ed ha acceso la fiamma olimpica: i giochi potevano avere inizio! Baldini ha ricordato ai ragazzi che per essere campioni nella vita, bisogna dare al massimo delle proprie possibilità, ed è già essere grandi!

Poi un ragazzo di Rubiera ha fatto il giuramento per gli atleti e Baldini per i giudici di gara, quindi via: divisi per colore e per età a disputare un pentathlon di gare, e per tutti, sulla testa, il cappellino con la firma di Stefano Baldini! Il pranzo nell’ampio cortile dell’oratorio ha dato ristoro agli atleti provati da gare individuali e di squadra!

La S. Messa

Nel primo pomeriggio, la S.Messa, nel bel palazzetto di Rubiera, e anche qua nella pausa pranzo, mamme, papà, educatori di Rubiera hanno trasformato il palazzetto occupato fino alle 13.00 da partite di campionato in una stupenda Chiesa: dietro l’altare capeggiava la scritta “Campioni del Signore!”. Un bello staff strumentale formato da ragazzi di Rubiera e dai fedelissimi dell’ACR ha accompagnato i canti!

Il palazzetto era pieno in ogni ordine di posti e i ragazzi sono stati bravissimi a seguire con attenzione la celebrazione. Tanti i sacerdoti presenti, tra questi don Guerrino e don Stefano di Rubiera, poi il nostro don Gabriele Valli, assistente diocesano dell’ACR che nell’omelia ha ricordato a questi nuovi Apostoli del Signore, di essere Apostoli che sanno amare il giorno del Signore e lo sanno festeggiare nel modo giusto senza dover ricorrere a spese in centri commerciali; anche in questo tutti i presenti sono stati invitati ad essere testimoni.

Alla fine della celebrazione due stupendi filmati preparati da Elena Oleari, uno, con la proposta del campo giovanissimi che sarà a Torino dal 26 agosto al 1°settembre e l’altro, entusiasmante e coinvolgente ha riproposto le immagini più belle dell’impresa di Stefano Baldini, intervallate da una nostra intervista. Tutto il pubblico ha seguito con entusiasmo e ha cantato l’inno nazionale con commozione.

La Maratona

Li abbiamo trattenuti a stento nel palazzetto e poi via, per le vie di Rubiera a fare la Maratona, per dare libero slancio al campione che ognuno si porta dentro.

Una bellezza di colori, di sorrisi, di cappellini al vento, di giovinezza!

In piazza sono stati accolti dallo gnocco fritto dalle signore di Rubiera.

Per solennizzare il nostro evento, è arrivato il Vescovo ausiliare Lorenzo che ha salutato i ragazzi dicendo che per cambiare il mondo bisogna partire dai più piccoli ed è proprio quello che fa l’ACR!

Poi lancio dei palloncini con la preghiera dell’Apostolo e qualcuno sta telefonando in Azione Cattolica dicendo di aver ricevuto la nostra preghiera via aerea!

La premiazione da parte dell’Assessore allo Sport ha dato gloria alle squadre e ai singoli atleti! La figlia di Stefano Baldini ha vinto la maratona, quindi è già un’atleta in erba. Il trofeo per il miglior lavoro sulla propria bandiera, l’ha vinto la parrocchia di Prato, ma il trofeo 1° assoluto, per aver vinto il maggior numero di medaglie, l’ha vinto una delle squadre di Rubiera!

Foto, applausi, gioia per tutti e per rendere più belli i saluti, un bel gruppo di ragazzi delle parrocchie di Budrio, Canolo, Fosdondo ha proposto dei balli di gruppo molto coinvolgenti!

Grazie!

La giornata memorabile che abbiamo vissuto è stata il frutto di una grande collaborazione e di una grande solidarietà: dobbiamo ringraziare don Guerrino e don Stefano e tutta la comunità della parrocchia di Rubiera che hanno accolto la nostra festa con grande entusiasmo e tanta collaborazione. Ci siamo sentiti accolti, amati, abbiamo condiviso sulla stessa lunghezza d’onda, l’amore per i ragazzi. Hanno onorato al meglio tutte le nostre richieste, insieme abbiamo dato vita ad una grande giornata che rimarrà nei nostri cuori e in quello di tutti i ragazzi ed i loro educatori.

Grazie al Sindaco per l’accoglienza ed ai funzionari municipali per la collaborazione, ovunque abbiamo trovato le braccia aperte ed il sorriso, desiderosi di vivere insieme una grande festa con i nostri ragazzi!

Grazie, Rubiera, abbiamo già una gran nostalgìa di te e della tua bella gente!

Liliana & equipe ACR


Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla - Atto normativo

sito registrato nella