mercoledì, 12 dicembre 2018
  Username:   Password:
Ricordami su questo PC


Le Feste della Compagnia

2018: Alla scoperta della Costituzione
Bagnolo
2017: 150 special
Cadelbosco Sopra
2016: Tutti dentro la Porta Santa
Poviglio
2015: Energie rinnovabili per la vita
Campagnola
2014: Insieme c'è più festa
Reggio Emilia
2013: ACR's got talent
Casalgrande
2012: Le olimpiadi dell'ACR
Rubiera
2011: Acierrini "Fratelli d'Italia"
Guastalla
2010: Acierrini "giornalisti per un giorno"
Correggio

Azione Cattolica Ragazzi

Acierrini giornalisti per un giorno

Festa della compagnia - Correggio 2010


Premessa

Dopo una settimana di caldo al di sopra della media stagionale, il sabato prima della Festa della Compagnia era stato freddo e piovoso, la domenica mattina a Correggio il tempo non prometteva niente di buono, ma le preghiere di tutti… hanno ottenuto un sole splendido ed è stata una giornata memorabile!.


Il fatto

Come avevamo annunciato precedentemente da queste pagine, è stato trovato a Correggio un codice in ebraico non ancora decifrato e gli storici erano certi che la risoluzione dell'enigma sarebbe stata nel centro storico della bella Correggio, ricca di storia e di grandi personaggi del passato!

Così i ragazzi dell'ACR si sono messi al lavoro come giornalisti producendo eccellenti pagine di "testate" completamente inedite e sono arrivati a Correggio pronti e preparati. Come già anticipato il tempo non era dei migliori, ma questo poco conta per chi ha qualcosa di importante da concludere! Il premio in palio d'altronde era molto ambito: "L'edizione 2010 del premio Pulitzer", la più prestigiosa onorificenza giornalistica!

Ad accogliere i ragazzi al palazzetto dello Sport di Correggio i più grandi personaggi della storia di Correggio e d'Italia: Antonio Allegri con moglie e figli, Bonifazio Asioli con compagnia teatrale annessa, San Francesco in persona con i suoi primi seguaci, non da meno Santa Chiara con le sue prime sorelle, Don Bosco e Santa Maria Domenica Mazzarello.

Le guardie civiche di Correggio, un gruppo di muratori impegnati nell'erigenda basilica di San Quirino e non ultimi anche un gruppo di galeotti che speravamo di evadere dal vicino carcere annesso alla "rocchetta"!

La carica dei 700

Raggiungendo il centro storico preceduti dal rullio dei tamburi, i 700 giornalisti acierrini con i loro capi di redazione e tutti i personaggi prima citati hanno raggiunto la piazza che era pronta ad accoglierli, ricca di striscioni dell'Azione Cattolica, dei nostri Santi e delle nostra bandiere poi via… per decifrare il codice! La corsa è stata molto competitiva, qualche parrocchia aveva più di una squadra, hanno guadagnato il primo posto i ragazzi della parrocchia di Bagnolo, seguiti per pochi minuti dal gruppo molto nutrito dei ragazzi di Prato – Gazzata e in terza posizione da un gruppo della parrocchia di Fatima.

L'enigma svelato

Il testo in ebraico citava testualmente "Il Signore è veramente risorto. Ditelo a Tutti, ne troverete un'immagine vicino ai Santi dell'Azione Cattolica".

Durante la Messa seguita ad un pranzo di lavoro nel cortile della vicina Basilica di San Quirino, don Gabriele Valli e don Luca Grassi hanno fatto riflettere i giornalisti sul valore della loro scoperta: la Risurrezione del Signore che ha motivato nei secoli schiere di persone famose e di semplice estrazione a seguirlo e a dedicargli la vita: da Antonio Allegri a Bonifazio Asioli ai Santi dell'Azione Cattolica: da Mario Fani al nostro catechista di Azione Cattolica scomparso prematuramente Marcello Vezzani.

Adesso è il momento dei ragazzi di essere testimoni di Cristo risorto, per questo dopo aver raggiunto la piazza della festa e aver recitato la preghiera della sequenza pasquale, i ragazzi hanno fatto volare 600 palloncini gialli, rossi e blu che sono propri i colori dell'ACR e ad ognuno hanno attaccato questa preghiera per dar subito vita alla consegna del codice: Il Signore è risorto: ditelo a tutti!

Il premio

Alla presenza del vice-sindaco Emanuela Gobbi ogni troupe giornalistica è stata premiata con un'icona molto singolare: l'immagine dell'Ostensione della Sindone (60 acierrini andranno nel prossimo fine settimana) con la scritta "Il Signore è risorto… ditelo a tutti" ed una frase del Beato Sebastiano Valfrè:

"La Sindone è un segno di Gesù paragonabile alla croce,
ma con questa particolarità:
la croce ha accolto Gesù vivo e ce l'ha restituito morto,
la Sindone invece lo ha accolto morto e ce l'ha restituito vivo".

Per i primi classificati, oltre all'icona, una coppa degna della festa!

La merenda

Dopo i ringraziamenti di rito a tutti i collaboratori, primi tra questi l'Amministrazione Comunale per aver sostenuto e incentivato la festa, finalmente una merenda gratuita per tutti: gnocco caldo appena sfornato da uno dei più prestigiosi forni di Correggio imbottito con la ben nota mortadella donataci dal Salumificio Veroni.

La band

Per quanti credevano che la festa potesse dirsi conclusa, veramente c'era ancora una grande sorpresa: un gruppo di giovani educatori ha dato vita per l'occasione alla band dell'ACR cantando i più begli inni dell'ACR: voce solista Francesco Santarello (in arte Ciri), alla batteria Matteo Bellelli, alle chitarre M. Chiara Oleari e Nicolò Magnanini, al basso Alessandro Pietri, alla tastiera Francesca Rustichelli.

Festa e musica per tutti.

La piazza

Per una volta, la piazza è stata un luogo dal quale diffondere il messaggio di Cristo Risorto con tutti gli strumenti adatti ai ragazzi: il gioco, la musica, la festa, la preghiera!

É stata una giornata di bellezza incredibile e il Signore in Chiesa si è commosso come ci ha detto don Gabriele ed è per questo che ci ha mandato il sole!

Le testate giornalistiche presenti


Primo classificato il giornale del gruppo di Bagnolo per aver letto in chiave cristiana un evento drammatico da loro appena vissuto: Miracolo a Bagnolo, la tromba d'aria.


del gruppo di Bagno, con un'interessante notizia sulla nuova comunicazione che prenderà piede "face to face" – faccia a facccia, ovvero dialogo, amicizia, comunicazione!


del gruppo di San Giorgio – Sassuolo con un "pezzo" molto significativo sul loro oratorio!


del gruppo di San QUIrino, in cui i padroni di casa si dicono pronti a vincere il trofeo della festa della compagnia per il terzo anno consecutivo, ma si sono classificati quinti.


della parrocchia di San Prospero, ricco di articoli sulla loro vita comunitaria.


della parrocchia di San Donnino, interessante per l'esperienza di carità dei ragazzi della Cresima.


numero straordinario del bollettino dell'unità pastorale Budrio-Canolo-Fosdondo che propone un conto alla rovescia per l'inizio delle vacanze.






delle parrocchie di San Pietro e Fazzano

Liliana & equipe ACR


Azione Cattolica Italiana - Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla - Atto normativo

sito registrato nella